10 CONSIGLI PER TENERLO IN ORDINE SENZA SPRECHI

In linea generale in alto vanno i dolci, il burro, i formaggi e lo yogurt. Nel ripiano di mezzo i cibi già cotti, gli affettati, i sughi. Mentre in quello più basso vanno conservate carni, pesce e i cibi crudi. Inoltre è importante fare attenzione alla pulizia e alla temperatura.

ORDINE. E’ importante mantenerlo in ordine, non solo per ragioni di comodità , basta, infatti, qualche piccola disattenzione per far trasformare il frigo in un covo per muffe e batteri.

  • La disposizione. Dovete sapere che ogni frigorifero è pensato per avere un ordine specifico nella disposizione degli alimenti. In alto vanno i dolci, il burro, i formaggi e lo yogurt. Nel ripiano di mezzo vanno i cibi già cotti, gli affettati, i sughi. Mentre in quello più basso vanno conservate carni, pesce e i cibi crudi. Infine i cassetti sono preposti per accogliere frutta e verdura, mentre negli sportelli si mettono bevande e salse, che non hanno bisogno di temperature troppo basse.
  • Avanzi. I cibi già cotti sono i più difficili da conservare, dopo averli fatti freddare e disposti in appositi contenitori, riponeteli nel secondo ripiano e ricordatevi che mediamente non devono andare oltre i 3 – 5 giorni. Se non avete la certezza di riuscire a mangiarli entro quella data metteteli nel freezer.
  • Far freddare il cibo prima di metterlo in frigo. Regola fondamentale. Con una temperatura più alta il condensatore impiega più energia per garantire il freddo necessario e nel mentre gli altri alimenti rischiano di rovinarsi.
  • Temperatura. La temperatura del frigorifero per una giusta conservazione deve essere sempre intorno ai 4 gradi centigradi. Importante per mantenere una buona aerazione dell’elettrodomestico è non appoggiare gli alimenti contro la parete posteriore.
  • Contenitori. Per conservare i cibi è sempre meglio utilizzare dei contenitori. Quelli in vetro sono i migliori. Quest’ultimi devono essere ben puliti per evitare contaminazioni e, quando devono conservare cibi sotto vuoto, è fondamentale controllare di averli chiusi bene. I contenitori aiutano anche a risolvere il problema degli odori, che può essere migliorato anche mettendo nel frigorifero un contenitore con del bicarbonato, che riesce ad assorbirne gran parte.
  • Etichette. Perdete due minuti per mettere delle etichette sui contenitori.
  • Evitare gli sprechi. Buttare il cibo è un vero peccato. Quando, però, si ha la certezza che quell’alimento non lo mangerete mai è importante fare pulizia il prima possibile, è inutile tergiversare. Per evitare questo rischio, cercate di non esagerare con la spesa e fate sempre mente locale sui vostri impegni settimanali quando siete tra gli scaffali del supermercato.
  • Promemoria. I classici post-it sono ottimi alleati anti spreco. Memo, con le date  di  scadenza dei cibi, e la priorità di consumazione possono fungere da vera e propria agenda alimentare che vi aiuterà ad ottimizzare il consumo degli alimenti che conservate nel frigo.
  • Non riempirlo troppo. Non riempire troppo il frigo perché se l’aria fredda non riesce a circolare bene, la conservazione dei cibi può essere compromessa.
  • Aprire e chiudere velocemente lo sportello.  Tenere lo sportello aperto a lungo rischia di far abbassare la temperatura, mettendo a repentaglio la conservazione del cibo.

Organizzare il frigorifero.
video sul mio canale youtube, iscrivetevi!