71 pecore. Età di lettura: dai 3 anni Ricominciodaquattro
RICOMINCIODAILIBRI

71 pecore. Età di lettura: dai 3 anni

Cosa si dice a chi non riesce a chiudere occhio? Di contare le pecore, è naturale.

71 pecore. Età di lettura: dai 3 anni Ricominciodaquattro

Le pecore, in questo caso, sono 71. Non una di più, non una di meno. Si contano tra loro, devono esserne matematicamente sicure. Perché? Perché ne servono esattamente 35 da un lato e 35 dall’altro del campo.

Si schierano. La pecora arbitro (rigorosamente nera) sta nel mezzo.
Le candide protagoniste dell’albo, infatti, si preparano per una partita di calcio! Il gioco inizia, ma dura poco: il pallone, infatti, finisce incastrato tra i rami di un albero.

71 pecore. Età di lettura: dai 3 anni Ricominciodaquattro

Le pecore, allora, le provano tutte per recuperarlo: soffiano e scuotono l’albero, lanciano sassolini, progettano complicate strategie lanciandosi a vicenda per raggiungere la giusta altezza. Finalmente, dopo svariati tentativi (e qualche ammaccatura), il pallone cade al suolo.
La partita riparte? Macché! Ora manca una pecora, quella che è stata catapultata sull’albero e che, a quanto pare, lì è rimasta, senza più riuscire a venire giù!

71 pecore. Età di lettura: dai 3 anni RicominciodaquattroDi nuovo, le altre si mettono all’opera, questa volta per aiutare lei a scendere. Ed ecco l’ennesimo imprevisto. Arriva il lupo, le pecore si fiondano sull’albero tentando di mimetizzarsi, chi col tronco, chi tra i rami. Per fortuna lui non pare notarle e anzi continua per la sua strada senza battere ciglio.
Le pecore allora, sane e salve, tornano a terra. Il pallone invece no. Rimane incastrato tra le fronde. Qualcuna di loro, nella fretta di scappare, lo ha portato con sé.
La storia va avanti così, con nuovi tentativi di riavere quel benedetto pallone e il lupo che, sul più bello, vede bene di tornare indietro. Allora, di nuovo, salgono tutte sull’albero. Guarda caso, a osservare bene l’immagine, le pecorelle sono disposte in modo da ricreare la forma di una gigantesca testa di lupo, che terrorizza il poveretto.
Finalmente libere, assicuratesi di aver portato giù anche la palla stavolta, le pecore sono al punto di partenza. Sono 71, arbitro compreso.

E la partita? Quando ricomincia? Ormai è sera, è tardi, le pecore hanno sonno. Se ne riparla domani. Forse.

71 pecore. Età di lettura: dai 3 anni RicominciodaquattroPablo Albo e l’illustratore Guridi ci fanno ridere di cuore attraverso le mirabolanti peripezie di queste buffe bestiole, che tentano ad ogni costo di cominciare la loro tanto agognata sfida.
Di certo si tratta della partita a calcio più assurda e meno riuscita del pianeta, ma anche della più divertente in assoluto.

Più le pecorelle cercano (invano) di ricominciare la partita, più la questione si fa ridicola. Ogni volta che una situazione si risolve, le cose si complicano in un altro verso.
Il bello è che, quando si arriva alla fine della storia, viene la tentazione di ricominciarla. Così, inizio e fine si confondono e si uniscono, come in un circolo vizioso o in una di quelle vecchie tiritere destinate a ripetersi e ripetersi ancora, per lo spasso generale di chi recita e di chi ascolta.

Il libro si fa gioco, senza però perdere la propria natura e l’imprescindibile legame tra parola e illustrazione, che qui sono necessarie l’una all’altra come non mai, e invita ad ascoltarlo ancora una volta e a sorridere, di nuovo.

Buona lettura

71 pecore
[Pablo Alto, Lavieri, 2016. Illustrazioni di Guridi. Età di lettura: dai 3 anni]

Che dire di me? Passo per essere quella ligia al dovere, ma che non sa resistere ai voli della fantasia. Da sempre ho amato con tutta me stessa le leggende, i miti e le storie dei vecchi e di tempi lontani. Per questo ho studiato con passione il greco e il latino e con altrettanta passione ho preso due lauree in storia dell’arte, con due tesi in una materia che di storie in serbo ne ha parecchie: l’agiografia.

Finiti gli studi ho rispolverato una vecchia fiamma, quella della letteratura per l’infanzia.

Da due anni sono volontaria del progetto Nati per Leggere a cui ha aderito la biblioteca del mio paese: mi si è aperto un mondo bellissimo e sono diventata un’avida divoratrice di albi illustrati (ho un debole in assoluto per le storie di orsi!).

Scrivo in questa rubrica per cominciare una nuova avventura, per mettermi alla prova e – perché no? – per tornare bambina!

  1. Davvero un’idea originale corredata da disegni molto belli, una simpatica lettura per i bambini che per addormentarsi conteranno le pecore in un modo un po’ diverso. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.