Nel paese dei mostri selvaggi
RICOMINCIODAILIBRI

Nel paese dei mostri selvaggi. Età di lettura: dai 4 anni

Elogio della ridda selvaggia.
Così potrei intitolare questa mia recensione. Celebrazione della vivacità che sconfina nell’esagerazione. Storia di un viaggio interiore nella rabbia e oltre essa.

Questo è stato dal 1963 al 2018, per milioni di lettori, “Nel paese dei mostri selvaggi”, capolavoro di Maurice Sendak che dal pubblico non poteva che essere pazzamente amato o rigettato con un certo fastidio.

Le grandi storie sono così. O le ami o le odi.

Nel paese dei mostri selvaggi. Età di lettura: dai 4 anni

Per le opere straniere, complice dell’impatto sui lettori è anche la traduzione. Ci pensiamo troppo di rado a quanto possa pesare il lavoro di un traduttore. Ce ne accorgiamo quando, all’improvviso, la magia di un libro ai nostri occhi viene a mancare, quando ci ritroviamo smarriti tra parole nuove che ci appaiono strane, spoglie o semplicemente diverse.
Questo è quel che è successo a me a gennaio 2018, quando questo meraviglioso classico è stato ripubblicato, dopo lunga e trepidante attesa, in una nuova traduzione.

Nel paese dei mostri selvaggi. Età di lettura: dai 4 anni Ricominciodaquattro

Non sono solita muovere critiche, ma devo ammettere che questa nuova edizione non ha incontrato il mio favore. Anzi, un pochino mi ha delusa.
Sfogliando le pagine, osservo le immagini potenti e forti di Sendak; guardo il viso del piccolo Max che, indiavolato, scorrazza per casa e combina tutto quel che gli passa per la testa, si spinge fino a dove lo conduce la sua inventiva, fino a esagerare.

Nel paese dei mostri selvaggi. Età di lettura: dai 4 anni Ricominciodaquattro

Poi, sgridato dalla mamma, rimugina nella sua stanza e la sua rabbia cresce, brulica come una foresta la sua stizza, incontrollata e incontrollabile.
È un bambino. È vivace, non conosce il limite, è sfrenato e irruento, furbo e sfacciato. È selvaggio, come chiunque sia nato libero e non sappia sempre scendere a patti con noiose regole.

Nel paese dei mostri selvaggi. Età di lettura: dai 4 anni Ricominciodaquattro

Ecco Max, che parte sulla sua barchetta e approda sull’isola dei mostri selvaggi, li doma, ne diviene il capo. Ecco, finalmente, che si scatena in un attimo l’inarrestabile ridda selvaggia. È una splendida traduzione, per me, quella che sceglie Antonio Porta, scrittore e poeta.

È lessicalmente e semanticamente azzeccata nel suo rendere la straordinarietà del momento con un termine raro, d’eccezione. Non è semplice rabbia, non è confusione o finimondo. È qualcosa di roboante, rumoroso, spericolato. È scalpiccio di piedi e grida a piena gola; dimenare di braccia, criniere e piume; fruscio di foglie spostate con violenza e rami spezzati; odore di polvere che si alza dal suolo. È notte fresca sulla pelle accaldata e fiato grosso e furia che esce da ogni poro della pelle per scivolare via e lasciare posto alla stanchezza dopo lo sfogo, al sollievo, al silenzio, alla pace.

Nel paese dei mostri selvaggi. Età di lettura: dai 4 anni Ricominciodaquattro

Questo a me trasmette quella vecchia, tanto amata traduzione. Imperfetta. Non sempre fedele al senso letterale, molto più alle sensazioni che infondono in noi le immagini. Tremendamente, paurosamente, poetica. Profonda e vibrante come lo sono le illustrazioni di Sendak, così vivide da parlare da sole, raccontando una storia che travalica, ora e sempre, qualunque scelta lessicale, amata o meno amata.

Con questo non me ne voglia chi osanna a piena voce la nuova traduzione, che certo è accurata e piacevole, sicuramente anche più comprensibile dalle nuove generazioni. Ma per me, lettrice sentimentale e innamorata di quella prima e replicatissima edizione, non è la stessa cosa.

Max, nella vecchia o nella nuova versione (che, ricordiamolo, restano comunque mere traduzioni, per natura mai del tutto aderenti a quanto pensato e scritto dall’autore), continuerà comunque a tornare nella sua stanzetta a bordo della sua barca rossa, stanco, avvolto nel suo costume da lupo e nella nostalgia di casa e della mamma, dopo aver messo a cuccia i suoi mostri, che lo amano tanto da volerselo mangiare, e aver acquietato assieme a loro la sua rabbia di bambino che si scalda oltre ogni misura per un capriccio, per poi dimenticarsene poco dopo.

Nel paese dei mostri selvaggi. Età di lettura: dai 4 anni Ricominciodaquattro

Questa storia non smetterà di colpire la fantasia di lettori e ascoltatori come ha fatto dal 1963 ad oggi. Forse è solo questione di tempo, di abituare l’orecchio a suoni e sensazioni nuove. Forse. O forse continuerò a preferire e amare quelle parole di Antonio Porta, come si ama in modo dolcemente irrazionale una vecchia bambola consunta per i molti pomeriggi passati a giocarci o un’automobilina leggermente sbiadita ma ancora bellissima, a cui guardiamo con struggimento e nostalgia, come a qualcosa di irrimediabilmente passato, ma a cui non sapremo mai e poi mai rinunciare.

Buona lettura

Nel paese dei mostri selvaggi
[Maurice Sendak, storia e illustrazioni. Babalibri, 2002. Età di lettura: dai 4 anni]

Che dire di me? Passo per essere quella ligia al dovere, ma che non sa resistere ai voli della fantasia. Da sempre ho amato con tutta me stessa le leggende, i miti e le storie dei vecchi e di tempi lontani. Per questo ho studiato con passione il greco e il latino e con altrettanta passione ho preso due lauree in storia dell’arte, con due tesi in una materia che di storie in serbo ne ha parecchie: l’agiografia.

Finiti gli studi ho rispolverato una vecchia fiamma, quella della letteratura per l’infanzia.

Da due anni sono volontaria del progetto Nati per Leggere a cui ha aderito la biblioteca del mio paese: mi si è aperto un mondo bellissimo e sono diventata un’avida divoratrice di albi illustrati (ho un debole in assoluto per le storie di orsi!).

Scrivo in questa rubrica per cominciare una nuova avventura, per mettermi alla prova e – perché no? – per tornare bambina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.