olio essenziale di lavanda usi
Fashion&Beauty

Olio essenziale di lavanda: usi e proprietà

Gli oli essenziali mi hanno sempre affascinata.
Sarà che sono una figlia di fiorista a sua volte figlio di un fiorista, quindi le piante sono proprio scritte nel mio DNA e conciliare il loro utilizzo con la salute delle persone credo sia top! In poche gocce è davvero racchiuso un grande potere quindi, con attenzione e maestria da speziale, creiamo un filo attraverso tutte queste magie.

Direi di partire con qualcosa di semplice, sicuro e dai mille usi, l’elegante Olio essenziale di Lavanda.

Prima di tutto: come nascono gli oli essenziali

Nome: Lavanda, Lavanda angustifolia, della famiglia delle Lamiacee.

Parte utilizzata: sommità fiorite con metodo della distillazione in corrente di vapore. L’olio deve restare a riposo per 60-100 minuti. Con 100 kg di fiori di Lavanda si ottengono 600-800 ml di olio essenziale.

Un po’ di storia: fin dall’antichità utilizzata dagli antichi greci e dai romani per purificare le terme, coltivata dai monaci nei loro orti annoverata tra ‘i semplici’, dal 1800 entra a far parte dell’aromaterapia e della profumeria.Proprio un chimico in Francia che la lavorava come profumo si ustiona un braccio e lo immerge nel liquido più vicino a lui grazie al quale la guarigione si vide molto più veloce: era proprio olio essenziale di Lavanda!!
Associata nel nostro immaginario comune alle distese provenzali qui viene ancora raccolta con la falce dopo la rugiada mattutina.

Chimica dell’olio essenziale: contiene Acetato di linaline e Linalolo.

olio essenziale di lavanda usi

Olio essenziale di lavanda: usi e proprietà

scarica il pdf gratuito qui:

olio essenziale di lavanda usi (124 download)

– cicatrizzante (per bambini e adulti) in ferite, piaghe, ustioni ed punture d’insetti tra cui le zanzare. Poche gocce in batuffolo di cotone precedentemente imbevuto con olio vettore (olio extra vergine d’oliva o olio mandorle o olio jojoba) e lasciato 5-10 minuti in posa
– azione disinfettante nel detergente intimo con poche gocce di olio essenziale aggiunte.
– azione rilassante se ansia, agitazione, stress, mal di testa. uso sia per diffusione stando attente a non superare certe temperature che degradano l’olio essenziale (ci sono diffusori ad hoc!) oppure due gocce massaggiate su cervicale e tempie sempre prima diluite in olio. Anche nei bambini piccoli (sopra i 3 mesi) massaggiato con olio nel pancino.
– azione antispasmodica per dolori premestruale e mestruali massaggiato sul ventre
– azione rilassante anche in caso di tensioni localizzate se 10 gocce sciolte in acqua tiepido calda del bagno
– azione antifungina in caso di forfora. Aggiungere qualche goccia allo shampoo
– azione digestiva. Ingerire 2-3 gocce di olio essenziale sciolto in cucchiaino di olio EVO.
– in caso di raffreddamento suffumigi con 4-5 gocce, bicarbonato ed acqua calda

Nota bene:

l’olio essenziale di lavanda gode di un particolare grado di sicurezza avendo una bassissima tossicità. Per questo motivo può essere utilizzato anche con bambini ( al di sopra dei 3 mesi) ed anziani. Si può utilizzare anche in gravidanza ma cerchiamo di prestare sempre la maggior cautela possibile a reazioni allergiche. Consiglio a questo proposito comunque la cosiddetta ‘prova della piega’ cioè di provare sempre una o due gocce nell’incavo interno del gomito al fine di individuare subito reazioni avverse!

Sono davanti ad un PC che scrivo la mia bio, pazzesco, chi ci avrebbe scommesso mai!
Mi chiamo Ilaria Lion, classe 1980, e nella vita faccio la Mamma Farmacista. Mi sono laureata nel 2005 proprio nella mia città, Padova, alla Facoltà di Farmacia. Ho lavorato come collaboratrice per molti anni in varie farmacie del territorio ma in realtà non mi bastava mai, sapevo non poteva finire lì! Poi sono diventata nel 2015 mamma della mia splendida Carlotta. Lei mi ha dato la forza, la voglia e il coraggio di aprire la mia Parafarmacia Bioofficina 2 anni fa. Questa Parafarmacia è un po’ il mio regno dove finalmente posso essere me stessa, essere Ilaria. Proprio qui ho creato il mio hashtag #storiedafarmacista per non annoiarmi, per usare questi social in maniera intelligente e per educare un po’ le persone alla salute. Dimenticavo che sono un volontario della Croce Rossa Italiana dal 2011, amo aiutare il prossimo così come le buone maniere, la musica classica ( ho suonato il pianoforte per più di 10 anni ed il fagotto per 4) e gli oli essenziali.  Di cose da dire ne avrei ancora tantissime ma lo scopriremo solo vivendoci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.