preparare il giardino alla primavera
Home organization

Come preparare il giardino alla primavera

Durante le ultime settimane invernali è importante dare maggiori attenzioni al giardino di casa ed effettuare alcuni semplici lavori per ottenere dei risultati migliori nel resto dell’anno.

Su cosa è meglio concentrarsi per preparare il giardino alla primavera? Ecco sei consigli per te.

preparare il giardino alla primavera

  1. Pulisci il terreno

Nei mesi invernali, quando il giardino è fermo, si crea uno strato di residui sul terreno chiamato feltro. È composto da foglie e radici che proteggono la superficie dal freddo perché funziona da barriera ma, con l’arrivo delle belle giornate, non permette al sole e all’acqua di raggiungere il terreno. In questo modo, le piante e il prato non ricevono i nutrimenti necessari e possono seccarsi. Per risolvere questo problema, basta rimuovere il feltro rastrellando l’area interessata.

  1. Pota gli alberi

Se nel tuo giardino sono presenti degli alberi o degli arbusti, sarà necessario, ogni anno, procedere alla potatura. Questo è un lavoro molto importante, perché permette alla pianta di crescere in modo sano e dare il meglio durante la primavera. Con questo intervento, puoi anche definire la forma dell’albero oltre che a liberarlo dai rami secchi o vecchi. È sempre consigliato affidarsi ad un esperto del settore, perché, soprattutto per alberi ad alto fusto, è un lavoro molto pericoloso.

  1. Semina le nuove piante o il prato

A febbraio, appena finiscono le gelate invernali, è possibile procedere alla semina di piante e prato. Per le prime, seleziona quelle più adatte al tuo giardino e tieni in considerazione l’esposizione solare: alcune piante hanno bisogno di più luce rispetto ad altre. Inoltre, pensa alla manutenzione che richiedono e al tempo che potrai dedicarle nei mesi successivi.

Per quanto riguarda il prato, questo è il momento giusto per seminare l’erba nelle aree in cui è diradata o secca. In circa due o tre settimane, sarà come nuovo.

  1. Sposta le piante in vaso

Se nel tuo giardino sono presenti delle piante in vaso, è importante verificare il loro stato e, se necessario, spostarle in vasi più grandi. Avranno così maggiore spazio e cresceranno molto facilmente. È importante, inoltre, verificare lo stato del terreno e, se necessario, aggiungere dell’argilla o della sabbia per renderlo rispettivamente più o meno drenante.

  1. Effettua i trattamenti necessari

Prima che le piante iniziano a germogliare, quando necessario, è importante effettuare i trattamenti antiparassitari. Meglio utilizzare degli antiparassitari naturali e fai da te, soprattutto per gli alberi da frutto. È possibile realizzarli, ad esempio, macerando l’ortica e nebulizzando la sulla pianta, oppure tritando l’aglio spargendolo sulla pianta. Questi metodi sono più efficaci se si utilizzano tempestivamente quando i parassiti non sono ancora presenti su tutta la pianta.

  1. Cambia l’organizzazione del giardino

I mesi precedenti alla primavera sono il momento ideale per effettuare modifiche l’intera area. Puoi decidere se spostare delle piante, ampliare o ridurre le aiuole, creare nuove aree pavimentate. Per questa fase, è importante affidarsi ad un esperto in progettazione di giardini per ottenere risultati migliori e adatti alle tue esigenze.

Mi chiamo Adriana, sono mamma di Semuel, Carlo, Vittoria, di una fagiolina in arrivo, e eterna fidanzata del Puni. Queste le mie certezze!

Mi immaginavo regina del Foro e sognavo una vita in giro per il mondo. Ho anche vissuto parte della mia vita tra libri di giurisprudenza con la valigia sempre pronta. Poi con l’amica del cuore ho fondato una società nel campo dell’organizzazione eventi e tutto è cambiato per sempre.

Proprio mentre cercavo di organizzare anche la mia vita, ho conosciuto Il Puni. Da quel giorno la mia vita è letteralmente “ricominciata da quattro” e da questo momento nasce il blog, tutto il resto è storia. Vi basterà leggere il mio blog per capire molto di me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *