Food

Eco ricetta: Dado liofilizzato fatto in casa

Questa ricetta me l’ha passata mia mamma, che è una grandissima cuoca. La consiglio a tutte perchè è davvero genuina, perfetta per insaporire i piatti dei nostri piccoli, ma anche dei grandi, in modo sano e sicuro.

E’ un pò lunghina da fare ma quando avrete finito sono sicura che sarete soddisfatte. Le dosi che vi scrivo sono per una scorta di dado ma voi potete dimezzarle mantenendo le proporzioni.

Ingredienti:

2 kg di verdure fresche miste (carota, cipolla, sedano, patata, ecc. quelle che vi piacciono di più, io ho messo anche la zucca)

Aromi vari ( rosmarino, salvia, prezzemolo, basilico, alloro ecc. io, per esempio ho messo anche la menta)

800 gr di sale grosso

Preparazione:

Lavate bene le verdure (non asciugatele)e gli aromi ( non asciugateli), mettete tutto in una pentola insieme al sale, lasciate cuocere a fuoco medio basso per un’ora. Non brucerà niente perchè le verdure rilasceranno acqua. Finita la cottura, tagliate in pezzi piccoli le verdure e disponetele su un foglio di carta da forno adagiato su una teglia. Mettete in forno a 60°-70° per una notte intera, almeno 8 ore, alla fine del processo di essiccazione tritate benissimo e il vostro dado è pronto. Conservatelo in vasetti di vetro chiusi ermeticamente. Il colore del dado dipende dalle verdure che usate quindi potrà essere diverso da quello che vedete nella foto ma non vuol dire che abbiate sbagliato.

Follow my blog with Bloglovin

Mi chiamo Adriana, sono mamma di Semuel, Carlo, Vittoria, di una fagiolina in arrivo, e eterna fidanzata del Puni. Queste le mie certezze!

Mi immaginavo regina del Foro e sognavo una vita in giro per il mondo. Ho anche vissuto parte della mia vita tra libri di giurisprudenza con la valigia sempre pronta. Poi con l’amica del cuore ho fondato una società nel campo dell’organizzazione eventi e tutto è cambiato per sempre.

Proprio mentre cercavo di organizzare anche la mia vita, ho conosciuto Il Puni. Da quel giorno la mia vita è letteralmente “ricominciata da quattro” e da questo momento nasce il blog, tutto il resto è storia. Vi basterà leggere il mio blog per capire molto di me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *