Il mio SudAfrica.

Appunti di viaggio di chi in Africa non ci voleva andare.

sudafrica

Un viaggio che non volevo fare. Un viaggio che non dimenticherò mai. Un viaggio che rifarò.

Finchè non vai in Africa non puoi capire cos’è il mal d’Africa. L’Africa ti resta dentro, ti cattura, si fa amare, per sempre.
Eh già, tutto vero. Sono tornata da 10 giorni e continuo a ripensare a quel continente così magico.

Troppi giorni senza di loro, troppo lontano. Troppe paranoie stupide. Troppi capricci. Queste sono state le premesse al mio viaggio. Ho cercato tutte le scuse possibili per non partire. Adesso vorrei solo tornare e far vedere ai miei bambini quello che ho visto io.

Il SudAfrica è tutto, tranne quello che vi aspettate. E’ una sorpresa. E’ una magia che toglie il fiato. Il SudAfrica è immenso. I suoi paesaggi sono immensi, non si vede mai la fine. Non ci sono confini.

Oggi vi porto con me nel ricordo di un viaggio che porterò sempre nel cuore perché per noi è stato più di un viaggio. E’ stato ritrovarsi.

Ho deciso di parlarvi del SudAfrica, in più post, perché oltre la parte emozionale, voglio darvi anche dei consigli per organizzare al meglio il viaggio. Scriverò un post molto più dettagliato con i consigli pratici per il viaggio.

Abbiamo alloggiato per tre giorni a Cape Town, una città bellissima e cosmopolita. Poi ci siamo spostati in lungo e in largo per la regione del Western Cape, la più a sud  del SudAfrica.

Abbiamo visitato la parte più meridionale della Cape penisola. Sotto vi mostro alcune delle foto scattate a Cape of Good Hope, isola delle foche,  baia dei pinguini, False bay, Table Mountain, Bo-Kaap.

  • Isola delle foche

sudafrica

sudafrica

sudafrica

sudafrica

sudafrica

sudafrica

  • Cape of Good Hope

sudafrica

IMG_6945

IMG_6963

IMG_6971

  • False Bay

IMG_7031

  • Baia dei pinguini, pinguini a perdita d’occhio…

IMG_7049

IMG_7057

IMG_7097

  • Giardino botanico

sudafrica

  • Table Mountain

Table Mountain è una delle sette meraviglie del mondo moderno e mi ha letteralmente tolto il fiato. Imponente, maestosa, una montagna che ti cattura, affascina, attira. Non sarei mai più scesa. Mi ha assalita una sensazione di pace e serenità indescrivibili. Sicuramente la cosa che più mi è rimasta nel cuore del SudAfrica.

IMG_7113

IMG_7155

IMG_7166

IMG_7175

Guardate che modelli…

IMG_7184

IMG_7193

IMG_7208

  • Bo- Kaap

Uno dei quartieri più fotografati di Cape Town. Qui vince chi ha la casa più colorata. Non scherzo. Una lotta per avere la casa più bella, appariscente, esteticamente curata fuori. Alcune sono state dichiarate monumenti storici.

IMG_7218

sudafrica

sudafrica

sudafrica

sudafrica

Ecco qui una piccola infarinatura del SudAfrica, il meglio deve ancora arrivare!

6 commenti su “SudAfrica. Prima parte. Buon lunedì #16

  1. Roberta

    Che bello Adry..un paradiso davvero
    Dai che forse riesco a farmi un weekend a Francoforte con il mio compagno x il nostro 14esimo anniversario perché c’è una fiera che riguarda il nostro lavoro e ne approfittiamo..
    Speriamo in bene
    Bacio

    • Adriana

      Incrocio le dita per te tesoro!!!

  2. Maggie

    Ciao Adriana sono così contenta per te… non so cosa darei per fare un viaggio così con mio marito. Intanto, a cavallo del mio compleanno,andiamo in montagna tre giorni. Ci sono anche le bimbe.. non è una vacanza a due. Intanto ci sei tu che mi fai spaziare e viaggiare con la mente. Grazie ti abbraccio

    • Tesoro sono sicura che prima o poi ci riuscirai anche tu. Se un viaggio, un week end, l’importante sarà essere da soli voi due. Abbiamo ancora un caffè in sospeso.
      Un grande abbraccio

  3. Maggie

    Adry secondo te io mi dimentico del nostro caffè? Non pensarci nemmeno, non vedo l’ora! È un periodo un po ‘pieno ma… abbi pazienza che arrivo presto! Ti abbraccio

    • Adriana

      Immagino cara. Quando potrai. Un abbraccio grande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*