menu settimanale di luglio ricominciodaquattro
Food Home organization

Menu settimanale di aprile. Linee guida della dietista per affrontare la Pasqua

Con aprile ci si addentra effettivamente nella primavera ed è il momento giusto per riempire i carrelli con nuovi ortaggi di stagione: carciofi, asparagi, insalatine, spinacini, ravanelli, piselli e fave freschi e anche le prime zucchine con il loro meraviglioso fiore. E soprattutto il momento giusto per le tanto attese fragole! Bisogna quindi approfittare di ciò che la natura ci offre per fare il pieno di vitamine.

Come potete vedere, menu settimanale di aprile, ho cercato di inserire di frequente questi ortaggi.

Tra questi anche i piselli e qui voglio fare un appunto.

I piselli sono leguminose, ma hanno un contributo ridotto di proteine rispetto a fagioli, ceci, lenticchie e fave. Quindi, soprattutto se surgelati, è meglio considerarli come una verdura e diventano quindi perfetti per condire un piatto di pasta o di riso oppure come contorno.
Ad esempio, se si vuole fare un piatto di spaghetti con i piselli freschi appena sbucciati benissimo e possiamo aggiungere, ad esempio, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e una spolverata di parmigiano per “bilanciare” meglio il piatto.

Aprile è, quest’anno, il mese di Pasqua. Nel menu settimanale di aprile ho quindi messo in grassetto quelli che per una famiglia con bambini rappresentano i giorni festivi, lasciando a libera scelta per Pasqua e Pasquetta.

Voglio lasciarvi però delle linee guida per affrontare bene la Pasqua, che tra colombe e uova di cioccolato può essere più insidiosa del Natale:

  • Scegliete la qualità e i prodotto artigianali.
    Non bisogna eccedere con il numero di Colombe e uova di cioccolato, facendosi tentare soprattutto dai prezzi minimi dei supermercati: sicuri che vogliamo mettere in tavola una Colomba che probabilmente è stata preparata mesi fa o dare ai nostri figli/nipoti uova che contengono più zucchero che cacao? Affidiamoci invece a chi, per lavoro e per passione, prepara questi tradizionali dolci. Costano di più, se ne acquista di meno, si mangia meglio!
  • Torte salate
    Sono un must, soprattutto per il pic-nic di Pasquetta. E vanno benissimo, a patto che non siano delle vere bombe caloriche preparate con maionese, panna, besciamella. Esistono numerosissime ricette di torte salate delicate ed equilibrate, con ricotta, uova e tante verdure di stagione. La mia preferita ve la svelo: è preparata con ricotta, carciofi e foglie di menta.
  • Uova (non di cioccolato)
    Altro alimento che campeggia sulle tavole pasquali, spesso in versione ripiena. Anche qui attenti alle ricette che volete seguire, perchè molte abbinano le uova alla maionese (che è già fatta con le uova…) creando abbinamenti sbilanciati. Perfetta è l’idea di preparare uova sode e magari dipingerle, con l’aiuto dei bambini, facendone trovare una sul piatto di ogni commensale.
  • Dopo il pranzo, se il tempo lo consente, una buona camminata o giro in bicicletta fa solo bene!
  • Voglio ricordare poi, dopo il pranzo di Pasqua, di consumare una cena leggera, magari con della verdura o un primo in brodo. Digiunare o seguire diete drastiche non serve a nulla.
  • Finita la festa, spesso i dolci pasquali restano per diversi giorni nelle nostre dispense. Dato che abbiamo scelto cioccolato di qualità (vero??!), si può usare per preparare delle torte o da proporre ai bambini come merenda con una fetta di pane.

Menu settimanale di aprile

menu settimanale di aprile Ricominciodaquattro

Settimana di Pasqua

menu settimanale di aprile Ricominciodaquattro

menu settimanale di aprile Ricominciodaquattro

menu settimanale di aprile Ricominciodaquattro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *